La Struttura

Situato nel cuore storico del paese toscano di Capannoli, tra Pisa e Volterra, Asilo Masi Maison de Charme offre un soggiorno unico ai suoi ospiti. La Contessa Cristina Gotti Lega, appartenente ad una famiglia fiorita a Volterra nel x secolo, ha intrecciato la sua passione per l'arredamento con l'ospitalità tradizionale toscana, creando un raro gioiello che offre le comodità di un'accoglienza  di lusso nell'esclusività di una residenza storica privata.

Immaginate il silenzio della campagna toscana, poche suite, cene a lume di candela, e nel raccolto giardino, ulivi secolari affiancati da una piscina con vasca a idromassaggio; la leggendaria cucina locale preparata attraverso itinerari gastronomici dallo Chef della casa con cene deliziose e prodotti puramente locali,  unicamente  biologici; e dopo una  giornata nei suggestivi panorami e borghi toscani, ad attendervi ritroverete il benessere, che qui è di casa, leggendo un libro nell'accogliente salotto, magari sorseggiando un  bicchiere di Chianti o di vino bianco fresco.

Questo è Asilo Masi Maison De Charme.

Vi aspetto come se foste nella vostra casa.

Siamo orgogliosi di rendervi partecipi del premio

“Stanze Italiane”

 ricevuto dal Touring Club Italiano come migliore struttura del Centro Italia

Premiati dal Touring Club Italiano per il 2015

Il premio è un riconoscimento alla cortesia dell’accoglienza, all’attenzione, all’ambiente, ad un decoro d’interni caldo e personalizzato. Espressione di una tradizione italiana di ospitalità spesso a carattere familiare.

Gli Esterni della Residenza Storica

Gli interni

Le Camere

I principali servizi offerti  dalle camere:

letti matrimoniali, cassaforte, aria condizionata, riscaldamento, doccia o vasca,

Penhaligon’s amenities, bollitore con selezione di thè e caffè, wi-fi, open bar.

I letti matrimoniali misurano 2 x 1,80 m; i letti singoli 2 x 1,20 m.

Le Suite

Le Junior Suite

Le Deluxe

Le Classic

La Storia

La famiglia Gotti Lega

 

Famiglia di origine etrusca fiorita in Volterra fin dal secolo X, poi a Lajatico, Pisa, Capannoli, Orciatico, Roma.

Guido di Gotario nel 1120 fu Ambasciatore presso
Papa Callisto II in visita a Volterra e da allora risale il privilegio concesso alla famiglia di ricevere i vescovi per il loro insediamento a Volterra, consegnandogli le chiavi della città.

Guido nel 1267 ridusse a parte Guelfa Volterra instaurando un nuovo Governo.

La Famiglia iscritta nel Libro Bianco delle

Famiglie Grandi e Magnatizie di Volterra

ha dato alla città 96 priori.

Nel 1826 con rescritto Granducale la famiglia fu ammessa al Patriziato di Volterra.

Con il matrimonio di Achille Gotti con Enrichetta Lega, nel 1830 la famiglia Lega si è estinta nella famiglia Gotti e questa ha aggiunto il cognome Lega.

 

Storia dell’immobile

 

L’immobile, situato di fronte all’Abbazia di San Bartolomeo nel centro storico di Capannoli, risale al  ’700, quando la famiglia Masi lo utilizzava come fattoria della propria tenuta.

La facciata dell’edificio è stata disegnata nell’800 dall’eclettico architetto toscano Luigi Bellincioni. Il Bellincioni aveva creato una fondazione con il fine di recuperare fondi per lo sviluppo di opere d’arte tra le quali la statua di Andrea da Pontedera.

Raccolti i mezzi  per realizzare l’opera, si dovette però confrontare con chi, alla statua, preferiva un asilo per ospitare i bambini da educare.

Giovanni Masi decise di dare l’edificio in uso alle suore di Capannoli perché lo adoperassero nel tempo per l’accoglienza dei bambini; terminato questo scopo sarebbe tornato alla famiglia Gotti Lega.

Aurelio Gotti

 

Letterato italiano (Firenze 1833 - Roma 1904); accademico della Crusca e compilatore del Vocabolario (1857).

Fra i suoi scritti pedagogici:

Discorsi di un maestro di scuola (1869)

Giudizio e lavoro (1871).

D'un Vocabolario metodico della lingua italiana pubblicò un saggio sulla Casa (1883).

 

 

Augusto Gotti Lega

 

Nato a Pisa nel 1904. Laureato in materie Giuridiche Sociali e Corporative a Pisa nel 1927, a Firenze in Scienze Sociali nei 1930 e nuovamente a Pisa nel 1936.

Si è dedicato alle fattorie di famiglia e al giornalismo collaborando con La Nazione di Firenze, al Risorgimento Liberale di Pannunzio, nel dopoguerra a Italia Nuova, Il Giornale d’Italia, Il Telegrafo e La notte, condirettore del Globo.

Ha pubblicato:

Quattro Notti a Lajatico nel 1952,

Lo Zibellino nel 1965,

Memorie Toscane nel 1972,

I padroni nel 1976.

 

Vacanze e weekend di eccellenza in ville, castelli, dimore storiche

Asilo Masi Maison de Charme

Piazza San Bartolomeo, 4

56033 Capannoli - PISA

TOSCANA - Italy

T +39 0587 607464

P.IVA 02099980506

C.F. GTTCST42P63H501Y

www.asilomasi.com

info@asilomasi.com

asilomasi@gmail.com

reservations@asilomasi.com

cristinagottilega@gmail.com

Premio Stanze Italiane 2015 ricevuto dal Touring Club Italiano per l’accoglienza e gli ambienti